Greg Rusedski: “Interessante vedere come reagirà il corpo di Andy Murray”



by   |  LETTURE 871

Greg Rusedski: “Interessante vedere come reagirà il corpo di Andy Murray”

Il nativo di Montreal Greg Rusedski, ritirato dal Tour ATP ormai da più di dieci anni, ritiene che i prossimi incontri al meglio dei cinque set nei tornei del Grand Slam (sempre che questi si terranno) si riveleranno un’autentica sfida per l’ex numero uno del mondo Andy Murray, che non scende in campo dallo scorso novembre.

Già top 5, Rusedski ha raggiunto la finale degli Us Open 1997, sconfitto da Patrick Rafter. Vincitore di 15 titoli ATP in singolare, il britannico ha trionfato anche al Masters di Parigi-Bercy nel 1998, anno in cui ha superato in finale lo statunitense Pete Sampras.

Rusedski: "Vedremo come reagirà il corpo di Andy Murray"

In una recente intervista al sito Tennis365, Greg ha affermato: “Sarà interessante vedere a che livello sarà il corpo di Andy Murray quando tornerà a giocare.

Ha avuto ulteriori fastidi all’anca in Coppa Davis a novembre e quando hai un problema osseo come il suo, cercare di giocare al meglio dei cinque set può essere impegnativo se vuoi partecipare agli Us Open o al Roland Garros.

Tuttavia, per Andy si tratta ancora in questo momento di un lavoro in corso e ci sono sempre un sacco di punti interrogativi circa quello che riuscirà a realizzare dopo tutti i problemi e gli infortuni che ha sofferto”.

Secondo Rusedski, la scorsa vittoria di Murray ad Anversa contro Stan Wawrinka è stata certo eccezionale, ma la condizione dello scozzese andrà comunque valutata in futuro: “Il suo successo ad Anversa lo scorso anno è stato fenomenale.

Ancora una volta, Andy ha dimostrato tutta la sua forza mentale per battere Wawrinka in finale. E’ stata una vittoria tremenda, davvero tremenda ed è per questo che non possiamo mai togliere Andy dalla nostra lista.

Quando hai trascorso un tempo molto lungo lontano dal campo, però, non puoi gestire con troppa facilità un incontro al meglio dei cinque set. E’ difficile per il corpo e non puoi replicare una partita quando sei in allenamento”. Campione di 3 titoli Major, Murray non vince uno Slam da Wimbledon 2016.