La reazione di Andy Murray alla cancellazione di Wimbledon



by   |  LETTURE 2739

La reazione di Andy Murray alla cancellazione di Wimbledon

L'emergenza Coronavirus ha frenato totalmente il 2020 del mondo del tennis e fino al 13 Luglio vi è stata la sospensione o cancellazione di tutti i tornei. A pagarne le conseguenze sono anche i tornei presenti nella stagione sull'erba, in primo luogo il torneo di Wimbledon.

Erano anni che il torneo britannico non veniva cancellato e sono tanti tra i tennisti ed in generale gli addetti ai lavori ad aver commentato la vicenda. Uno dei primi è stato sicuramente Roger Federer, vincitore di 8 Wimbledon e spesso protagonista di questo torneo.

Oltre a lui anche il campione britannico Andy Murray ha voluto commentare la cancellazione del torneo. Il tennista è da tempo ai box a causa di un infortunio, ma il torneo sull'erba londinese rappresentava (possibilmente) una delle sue priorità in questa stagione.

Ecco le parole di Murray, raccolte a Sky Sport: "Sono molto triste perché i tornei del Queen's e di Wimbledon sono stati cancellati quest'anno, ma con tutto ciò che sta accadendo in questo momento nel mondo, la salute è la cosa più importante di tutte e di conseguenza anche del tennis. Spero di tornare il prossimo anno sull'erba e restiamo tutti sani e salvi nelle nostre case"