Tsonga: né Federer, né Djokovic, né Nadal, "Murray l'avversario più ostico per me"


by   |  LETTURE 2750
Tsonga: né Federer, né Djokovic, né Nadal, "Murray l'avversario più ostico per me"

Intervistato al giornale francese La Provence, il tennista Jo-Wilfried Tsonga ha parlato dei suoi storici avversari elogiando in particolare le qualità del tennista britannico Andy Murray. Ecco le sue dichiarazioni: "Rispetto al passato è cambiata la professionalità dei giocatori.

Ora loro prestano attenzione a tutto, a cose come il loro stile di vita, le ore di sonno ed ormai noto che i giocatori si ritirano sempre più tardi" Sugli avversari: "Il pubblico spinge affinché i giovani prendano le redini del mondo del tennis, ma intanto i primi tre sono sempre gli stessi.

Nei precedenti con Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer ho la media di una vittoria ogni tre gare, soffro invece Andy Murray che è sempre stato la mia "bestia nera" Con lui ho vinto solo 2 gare su 16 incontri.

Il tennis è uno sport individuale dove tutti sono sempre in competizione" Riguardo alla sua carriera Tsonga ha commentato: "Sono sempre stato solitamente tra il 12 e l'8 posto al mondo. So che il mio livello di gioco è più vicino ai migliori.

Tra i momenti migliori della carriera ricordo sicuramente la vittoria a Parigi Bercy: avevo solo 23 anni ed ho vinto davanti a tutti i miei ex tecnici e dinanzi ai miei amici. È stata una vittoria con un sapore speciale"