Murray: "Ho lavorato duramente per tornare a questi livelli, sono dispiaciuto"



by   |  LETTURE 4954

Murray: "Ho lavorato duramente per tornare a questi livelli, sono dispiaciuto"

Ha un cassetto dei ricordi pieno zeppo di cartoline dall'Australia. Nei dintorni di Melbourne Park ha collezionato cinque finali e ha parlato al mondo di un possibile ritiro. A distanza di dieci mesi, vivaddio, possiamo raccontare una storia differente.

Sir Andy Murray nel corso della 2019 non è solo riuscito a rientrare nel Circus, ma addirittura ad acciuffae il titolo ad Anversa. Il britannico all'alba del 2020 è stato costretto a tirare il freno «Sfortunatamente ho avuto una ricaduta di recente e a scopo precauzionale ho bisogno di risolverla prima di tornare in campo.

Ho lavorato duramente per ritornare a giocare a questi livelli e mi dispiace non poterlo fare». Come dice un vecchio proverbio, non tutto il mal vien per nuocere. «Rispetto a un anno fa le cose sono cambiate completamente.

Ero molto contento all’idea di tornare in Australia e dare il massimo, questa nazione mi ha sempre trasmesso delle emozioni incredibili. Forse è per questo che fa così male. A ogni modo ho veramente bisogno di risolvere il problema» ha spiegato.

A poche ore dall'annuncio è intervenuto ovviamente anche Craig Tiley. Ceo di Tennis Australia e Direttore dello Slam downunder. «So quanto ci tenesse, posso capire la sua delusione. La sua ultima partita qui è stata spettacolare, una montagna russa di emozioni, davvero indimenticabile.

Tutti hanno potuto apprezzare la sua forza di volontà e la sua determinazione. Non a caso è riuscito a ritornare nel circuito. Ci mancherà tantissimo. Gli auguriamo una pronta guarigione e ovviamente speriamo di poterlo rivedere in campo il prima possibile».

Murray dovrebbe rientrare quindi il 3 di febbraio in occasione del "250" di Montpellier per poi spostarsi a Rotterdam. Photo Credit: Getty Images