Andy Murray: "In passato avevo una dipendenza da videogiochi"


by   |  LETTURE 1596
Andy Murray: "In passato avevo una dipendenza da videogiochi"

Il due volte campione di Wimbledon Andy Murray, attuale numero 126 del ranking ATP, ha parlato della sua dipendenza dal popolare videogame di simulazione calcistica ‘Football Manager’. In una lunga intervista ai microfoni di BBC Sport, l’ex numero 1 del mondo ha rivelato alcuni particolari inediti: “Ho giocato tantissimo a Football Manager mentre crescevo, mi ha tolto un sacco di tempo.

È diventato un vero e proprio problema quando rimanevo alzato fino a tardi per giocarci. Ho dovuto ridurre alcuni anni fa. Quando ero in Spagna, io e un amico avevamo due squadre ciascuno. Restavamo alzati fino alle 3 del mattino e ci dovevamo alzare alle 8 del mattino per allenarci” – ha raccontato il tre volte campione Slam.

Il fenomeno scozzese non ha mai nascosto di essere un fan dell’Arsenal e ha rivelato di aver preso in considerazione l’idea di diventare un allenatore di calcio. “È uno sport che mi ha sempre intrigato, sarebbe qualcosa di divertente da provare.

Molte persone credono di poter fare un buon lavoro e di sapere di cosa hanno bisogno le squadre, ma in realtà c’è molto di più” – ha aggiunto il 32enne di Dunblane. Murray sarà una delle mine vaganti ai prossimi Australian Open.