Murray: "L'infortunio ha messo a dura prova anche il mio matrimonio"


by   |  LETTURE 8071
Murray: "L'infortunio ha messo a dura prova anche il mio matrimonio"

Andy Murray ha subito una dura operazione all’anca lo scorso gennaio ed ha rischiato di non poter più giocare a tennis. L’ex numero uno del mondo, oggi, grazie al suo spirito di sacrificio, è riuscito a tornare nel circuito ATP e addirittura a trionfare ad Anversa.

Parlando del difficile momento che ha vissuto durante il suo infortunio in un’intervista al quotidiano The Times, Murray ha spiegato: “Ero piuttosto giù, questo è certo. È stato un periodo davvero difficile per me, perché non si trattava solo dell’infortunio in sé.

Non poter giocare era frustrante, ma il mio problema all’anca era con me tutto il giorno, anche quando dormivo o camminavo. Non era solo una questione di tennis, mi svegliavo la notte per il dolore. Tutta questa situazione ha messo a dura prova anche la relazione ed il mio matrimonio con mia moglie.

Lei è stata fantastica, io pensavo a me stesso senza rendermi conto dell’impatto che l’infortunio ed il mio umore potessero avere sulle persone a me care. Quando tutti cercavano di incoraggiarmi e mi dicevano di andare avanti, io rispondevo: ‘Non sai cosa si prova.

Non sai cosa sto provando’ “. Murray si è poi soffermato sull’importanza dell’intervento chirurgico, che ha permesso lui di migliorare notevolmente la qualità della vita. “L’operazione ha cambiato la mia vita per tanti motivi.

Non solo per quanto riguarda il tennis, ma anche durante i momenti con i miei figli. Prima non potevo giocare con loro, non potevo godermi determinati momenti. Sono incredibilmente grato ai dottori per questa cosa. Il giorno dopo l’intervento ho sofferto molto, provavo un dolore terribile. Solo dopo 6-7 settimane ho iniziato a non provare più dolore”.