Andy Murray: "Potrei tornare a giocare a Cincinnati in singolare"


by   |  LETTURE 4268
Andy Murray: "Potrei tornare a giocare a Cincinnati in singolare"

Ottimismo, sempre più ottimismo nel cuore e nelle parole di Andy Murray. In una conferenza stampa durante il torneo di Washington, l’ex numero uno scozzese nelle sue parole lascia intravedere più di uno spiraglio, riguardo il suo ritorno in campo in singolare.

“Ora non sento più dolore. La verità è che guardo sempre da più vicino a possibilità di ritornare a giocare in singolare, come mai ho fatto da dopo il mio infortunio. Ovviamente non sono ancora al massimo, ma voglio provare a farlo il prima possibile, non appena mi sento pronto”.

E quindi, dietro l’insistenza di una data precisa richiesta dai giornalisti assiepati, Murray si sbilancia: “Nella migliore delle ipotesi potrei tornare a giocare in singolare a Cincinnati”, suscitando sorpresa in tutti i presenti.

“Se giocherò a Cincinnati, di conseguenza sarò a New York. Non riesco a immaginare che il mio ritorno coincida con un Grande Slam. Se non sarò in grado di giocare a Cincinnati, agli Open Usa, ci sarò comunque in doppio, compreso quello misto”.

E a proposito di doppio, felice esordio per Andy con il fratello Jamie, contro l’ostica coppia, finalista al torneo di Wimbledon, formata da Mahut e Roger Vasselin. E ancora parole di ottimismo, per Andy. “Il dolore non limita nessuno nei miei colpi. Giocare senza dolore è qualcosa di incredibile”.