Prosegue il comeback di Murray: giocherà il torneo di Washington


by   |  LETTURE 3572
Prosegue il comeback di Murray: giocherà il torneo di Washington

Washington D.C - Prosegue come da programma il ritorno in campo di Andy Murray, dopo l'operazione definitiva subita all'anca che ne minacciava la carriera. Dopo le recenti apparizioni in doppio nei tornei di casa del Queen's e Wimbledon, questa settimana Andy sarà in campo con il fratello Jamie all'Open di Washington.

Il Citi Open sarà il quarto torneo disputato da Murray dal suo rientro, il primo su superficie dura, dal momento che l'operazione è stata fatta a gennaio. Dopo aver giocato il doppio a Wimbledon, aveva espresso incertezza su quando sarebbe tornato di nuovo, ma il Citi Open 2019 ha cambiato proprietà quest'anno ed ha voluto a tutti i costi i fratelli Murray tra le loro fila, volendo fare del doppio il loro punto di forza.

Per quanto riguarda invece il singolare, sembra che l'attrazione più grande potrà essere una partita di esibizione femminile che coinvolgerà Coco Gauff, l'adolescente diventata una star dopo il fantastico Wimbledon disputato.

Gauff, 15 anni, era entrata come riserva nel tabellone di qualificazione del Citi Open, ma non ha ottenuto il posto perché l'entry list del torneo si è chiusa prima della disputa dei Championships, e la sua classifica recitava n° 313.

La Gauff, ora 143°, ha raggiunto il quarto turno a Londra dopo essersi qualificata grazie all'ottenimento di una wild card per il turno di qualificazioni. Il regolamento, che vieta l'assegnazione di un'altra wild card a livello ATP, fino a quando almeno la Gauff non compierà 16 a marzo, non ha quindi permesso che la giovane tennista prendesse parte alla manifestazione.

Da li l'idea di organizzare una partita di esibizione coinvolgendola, d'altronde negli States è il fenomeno tennistico del momento. A Washington la Gauff sabato prenderà parte ad un evento per bambini e domenica giocherà la sua esibizione.

Da quando ha cominciato il suo percorso di rientro nel tour, Andy Murray - tre volte campione del Grand Slam ed ex numero 1 del mondo - ha giocato finora solo partite in erba, vincendo il suo primo torneo dopo l'operazione: il Queen's Club Championships il mese scorso a Londra, dove era in coppia con lo spagnolo Feliciano López.

Lo scozzese, 32 anni, ha poi perso nel primo turno ad Eastbourne, in Inghilterra, con Marcelo Melo, e a Wimbledon ha raggiunto il terzo turno nel doppio misto con Serena Williams e il secondo nel tabellone maschile con Pierre-Hugues Herbert.

Ora invece giocherà con suo fratello Jamie, un veterano e professore se parliamo di doppio. Jamie Murray, 33 anni, ha spesso giocato in coppia con suo fratello e ha vinto, nella categoria di doppio maschile, sia gli Australian Open che gli Us Open, nel 2016 con Bruno Soares.

"Ci hanno chiamato e hanno detto che Andy voleva davvero tornare a Washington, e voleva giocare in doppio con suo fratello", ha dichiarato Mark Ein, il nuovo proprietario del torneo. "Ci stiamo concentrando davvero sui doppi durante questo evento, sono una parte fondamentale di questo sport, hanno un valore di intrattenimento enorme per gli spettatori, quindi eravamo entusiasti che volessero giocare."

La decisione di Murray è stata in qualche modo sorprendente, considerando la sua difficile uscita dal torneo l'anno scorso. Infatti, dopo aver vinto il suo match di terzo turno e finito alle 3 del mattino, Murray, che stava combattendo con un dolore all'anca lancinante, si dissolse in lacrime di gratitudine per essere semplicemente stato in grado di competere fisicamente.

Successivamente, essendo la sua partita di quarti di finale prevista per lo stesso giorno, si ritirò, nonostante il direttore del torneo, Keely O'Brien, implorò pubblicamente Murray di rimanere nel torneo.