Andy Murray possibilista sul doppio misto con Serena Williams


by   |  LETTURE 1754
Andy Murray possibilista sul doppio misto con Serena Williams

Il due volte campione di Wimbledon Andy Murray ha parlato nella conferenza stampa pre torneo. Lo scozzese, reduce dal trionfo del Queen’s al fianco di Feliciano Lopez, giocherà il doppio maschile insieme a Pierre-Hugues Herbert e intende partecipare anche al doppio misto, dove però è ancora in cerca di compagna.

“Sono felice di poter giocare di nuovo a tennis” ha esordito il due volte campione olimpico. “Mi piacerebbe fare bene in campo; gioco per vincere, sono sempre molto competitivo. Quando i migliori singolaristi giocano il doppio, questo attira molto di più l’attenzione; per questo credo che sarebbe positivo per il tennis se ci fossero più singolaristi a giocare in doppio”.

A proposito del doppio misto, Serena Williams ha avanzato la propria candidatura a compagna del britannico. “Voglio giocare il doppio misto, e ho parlato a tal proposito con diverse giocatrici” ha confermato Murray.

“Il fatto con chi gioca il singolare è ovviamente che quello è la priorità, e lo capisco. Se giocherò il doppio misto, che è il piano, voglio farlo con qualcuno che resti lì per tutta la durata dell’evento, e che abbia l’obiettivo di vincere partite e torneo.

E con le giocatrici di singolare so che non è sempre questo il caso. Riguardo a Serena, è probabilmente la migliore tennista della storia. Sarebbe una compagna piuttosto solida” ha concluso ridendo lo scozzese.

Sul compagno di doppio maschile, invece, non ci sono dubbi: sarà Herbert. “È un ragazzo molto rilassato ed educato, una brava persona” ha commentato Andy. “Ha un tennis adatto a campi veloci, anche se qui i campi non sono rapidi come lo erano anni fa.

Pierre ha un ottimo servizio ed è un grande atleta. Spero di poter fare un buon lavoro insieme a lui”. Il tre volte campione Slam ha infine elogiato la numero 1 del mondo WTA, Ashleigh Barty. “È un’atleta vera.

Ha un gran tocco, si muove bene, legge perfettamente il gioco, ha tutte le carte in regola per essere un’ottima doppista. Ma è anche fenomenale in singolare, come testimoniano i risultati di quest’anno”.