4Tennis » Strategia » Singolo

Giocare per non sbagliare o per costruire


by  

La paura che "uccide" la tattica

Circa un anno scrissi un articolo sottolineando le problematiche e le diversità tra l’allenamento e la partita.

Nell’allenamento tutto fila liscio, il gioco, le gambe e la mente vanno a mille mentre nella partita molto di tutto ciò scompare.

La paura ci prende le gambe, il gioco ne risente e tutto perché la mente non produce più nulla.

La paura comporta uno stato di negatività dove la mente non riconosce assolutamente la strada giusta e si difende, ritraendosi nella speranza che gli eventi possano rimanere positivi, chiedendo aiuto alla “provvidenza”.

Questo è il momento dove inconsciamente la mente fa autodifesa e questo significa che ognuno di noi si pone lo stesso obiettivo:” non sbagliare”!!!

Le prestazioni tennistiche, specialmente per il giocatore di Club ma non solo, decadono a causa di questa scelta tattica o psicologica che sia.

L’errore peggiore da commettere è smettere di produrre e questo credo sia una verità non solo nel tennis ma nella vita in generale.

Il tennis è un gioco di abilità tattica dove migliore sarà il mezzo (le tecniche) più sarà semplice raggiungere il nostro scopo che rimarrà comunque tattico e strategico.

Costruire gioco dalle zone di transizione ci permetterà di accorciare il campo e provare la chiusura.

Nelle zone lontane cercheremo di difenderci per tornare a costruire.

I collegamenti tra un colpo e quello successivo dovranno essere sempre presenti.

E se tutto ciò ci comporterà un errore nella palla di chiusura?

Pazienza….!! Però saremo consci del bel lavoro fatto e soprattutto ci sentiremo in pace con noi stessi.

Sì, la differenza è proprio questa: giocare per costruire non vuol dire rischiare e solo quando ci sarà la palla giusta da chiudere avremo la possibilità di sbagliare….!!!

Quando arriva la paura…la tattica scompare!!!

E se ragionassimo al contrario?

La mia idea tattica di produzione sarà sempre presente così non avrò possibilità e modo di pensare alla paura!!!

 

“GIOCA PER COSTRUIRE E NON PENSARE SOLO A TIRARLA DALL’ALTRA PARTE O IL TUO TENNIS NON CRESCERA’ MAI….”

Provare per credere…..

--------------------------

Marco Mencaglia

Miglior classifica Italiana B1 dal 1987 al 1991

Miglior Classifica ATP singolo 630, doppio 580

Lavora al Tennis Club Parioli di Roma dal 1993

Responsabile Settore agonistico under 10 e 12 dal 1994 al 1999 Responsabile Settore Agonistico under 16 nel 2000 e 2001

Dirige corsi di doppio per adulti dal 2002 Organizzatore tennis clinic estive ed invernali (sci e tennis)