4Tennis » Strategia » Singolo

Quando giocare un punto lungo


by  

Impara dai campioni

Quando guardate gli Australian Open o molti degli altri tornei durante l’anno, fate attenzione a quello che fanno i tennisti piú forti quando sono sotto pressione ed in situazioni decisive per un game.

Indubbiamente ci sono alcuni giocatori che corrono il rischio e concludono velocemente il punto tirando un colpo pazzesco.

I tennisti che giocano meglio in queste situazioni di fine game e sotto pressione invece non lo fanno.

Prendete per esempio un Federer o un Nadal, fate attenzione a come lavorano al punto quando sono sotto pressione e come cercano di tenere la presisone lontana da sé e sui loro avversari.

Potrebbe trattarsi del punto decisivo per un game, set o match e vogliono che il loro avversario senta la pressione il piú possibile, allora giocano un punto lungo invece di cercare un winner veloce.

In una situazione in cui hai lottato per tutto il game per arrivare a 30-40 sul servizio del tuo avversario e finalmente è arrivato il momento per concludere il game e strappare il servizio, quello che vedo molti giocatori fare è cercare di finire il game in un paio di tiri.

In singolo o in doppio, questo non è il momento giusto per strafare o tirare un colpo che non hai tirato per tutta la partita.

In singolo questo non è il momento giusto per cercare di rispondere infilando un passante lungolinea o colpire un tiro che proprio non fa parte del tuo gioco.

E’ invece il momento di giocare un punto intelligente e un punto lungo in singolo.

In doppio non è il momento di cambiare troppo la routine.

Se hai giocato di serve-and- volley ed ha funzionato, è il momento per continuare a farlo.

Se hai risposto con un passante incrociato questo non è il momento di cercare di tirare un pallonetto lungolinea che non hai tirato per tutta la partita.

Attieniti a quello che ti ha portato fino a questo punto.

Non cambiare solo per cambiare. Puó darsi che tu abbia faticato per ore e adesso sei in vantaggio di 5-4 nel terzo set. Durante il cambio di campo concentrati su quello che ti ha portato in vantaggio e continua a metterlo in pratica durante il game successivo.

Ricordati che il tuo avversario è in svantaggio e se tu giochi qualche punto intelligente all’inizio di questo game, la pressione su di lui comincia veramente ad aumentare.

Una volta che questo accade, puó darsi che cominci a strafare per cercare di concludere i punti velocemente.

E questo è esattamente quello che vuoi.

Gioca con furbizia e non fare errori gratuiti a questo punto, e permetti al tuo avversario di autodistruggersi. Punti importanti, punti break, punti di vantaggio e cosí via dovrebbero essere punti lunghi in singolo ed in doppio.

La pressione durante questi punti è forte e devi riuscire a farla gravare il piú possibile sul tuo avversario.

Lascia che colpisca qualche palla.

Dagli l’impressione di essere lui a dover fare qualcosa di speciale per vincere questo punto.

Se ti lanci subito sul winner, è probabile che non ci riesci e in ogni caso non c’è veramente motivo per cui tu debba cercare di concludere sul primo o secondo tiro.

Fai sentire la pressione al tuo avversario facendogli tirare tanti colpi.

Facendo cosí, finirai per trovare la palla che cerchi per rompere il servizio e concludere il game o il match.

--------------

Scott Mitchell

Un ex n° 1 di doppio misto negli Stati Uniti, è il direttore del Tennis a Charlotte Country Club (CCC) in North Carolina. CCC è considerato uno dei Top 14 country club da Platinum Club of America-Club Forum.

Scott è stato il vice-allenatore per la Georgia Perimeter College quando la squadra ha vinto quattro campionati nazionali consecutivamente.

Nel 2009 è stato nominato PTR Clinician of the Year.

Attualmente sta lavorando su un DVD sul tennis.