4Tennis » Strategia » Singolo

Gioca secondo il punteggio


by  

Un aspetto fondamentale della tattica di gioco

Nella mia carriera di giocatore (breve ma intensa :-) ) ho sempre dato estrema importanza all’aspetto “cerebrale” del gioco, poiché ritengo il capire e poi modificare le nostre mancanze in questo aspetto fondamentale per avere repentini miglioramenti nel nostro rendimento sul campo.

Essere coscienti di ciò che accade sul campo, infatti, ti permetterà di essere attore partecipante agli eventi che accadono e non accettare passivamente le situazioni che si susseguono,ma anzi porvi rimedio e volgerle, se possibile, a tuo favore.

Iniziamo quindi con un argomento molto importante e che rende unico il nostro bellissimo sport: il punteggio del tennis e la sua gestione tattica.

Il tennis ha un punteggio unico e originale

Anche tu,come me, ti sarai spesso chiesto chi ha inventato questo sport e soprattutto come si è arrivati a questo stranissimo punteggio fatto di 15, di game e set. Comunque sia, il punteggio del tennis ha una particolarità veramente unica: la partita non è mai finita finchè non si è giocata l’ultima palla.

Due dati di fatto molto importanti

Saper essere duri durante una gara è un fattore molto importante nel tennis, probabilmente molto più importante che possedere un servizio bomba o un diritto devastante (anche se questi aiutano :-) ).

Essere dei duri durante il match è sicuramente un fattore caratteriale spesso genetico, ma credo veramente che si possa imparare a diventare giocatori mentalmente solidi anche conoscendo le regole oggettive di questo sport ed il suo singolare punteggio.

Tutti noi tennisti siamo bravissimi ad accampare scuse per non dare il 100% di noi stessi se le cose si mettono male o se la pressione psicologica sta salendo, ma se vuoi migliorare realmente il tuo rendimento tattico e psicologico nelle tue partite di tennis devi assolutamente tenere bene a mente queste 2 verità oggettive:

1- Si può realmente perdere vincendo più punti dell’avversario Ti faccio un esempio limite di questa peculiarità del tennis: Giovanni batte Paolo 7-6. In ogni game che vince Giovanni,Paolo si aggiudica 2 punti (arriva a 30). Ogni gioco che Giovanni perde,lo perde a zero (non fa nessun 15). Il tie-break finisce 7-5. Paolo alla fine del set ha vinto 10 punti più di Giovanni,ma perde il set. Giovanni=31 Paolo=41 Immaginiamo adesso che i due avversari giochino 3 sets e Giovanni perda il primo 6-0 (Giovanni=0 Paolo=24),il secondo set finisca 7-6 ,7 a 5 nel tie-break (Giovanni=31 Paolo=41),il terzo set si concluda 7-6, tie-break 7-5 (Giovanni=31 Paolo=41). Alla fine del match (vinto da Giovanni) Giovanni vincerà 62 punti e Paolo,che ha perso il match, avrà vinto 106 punti! Paolo ha vinto 44 punti più di Giovanni .... e … ha perso la partita! Questo ti fa vedere l’importanza non di vincere ogni punto, ma di vincere i punti più importanti nella fisionomia del match. La verità è quindi che, con questo sistema di punteggio, ogni singolo punto non ha lo stesso “peso” sulle sorti del match! Vi sono infatti dei momenti in cui l’equilibrio psicologico sembra spostarsi a favore di uno o dell’altro contendente: questi spostamenti coincidono con i punti cruciali del match! Un’importante verità sul punteggio del tennis è che semplicemente alcuni 15 valgono di più di altri nell’andamento del match,e sono questi punti che, oltre a spostare le probabilità di vittoria a tuo favore, minano molto l’autostima del tuo avversario e gli creano grossa pressione psicologica. Per questo motivo occorre saper gestire la tua capacità di concentrazione,portando la tua attenzione e la tua determinazione al massimo sui 15 realmente pesanti ai fini della fisionomia della partita. Devi quindi sapere giocare con atteggiamento diverso a seconda del punteggio.

2- Il punteggio del tennis azzera il vantaggio/svantaggio ... all’inizio di ogni gioco! Rispondi queste semplici domande: Se stai giocando a ping -pong e stai perdendo 20 a 0, quante possibilità hai di vincere il set? Pochine... vero? Se nel tennis stai perdendo 5 a 0,quante possibilità hai di vincere il set? Poche? ....NO! Hai esattamente il 50% delle possibilità di vincere ogni game,proprio come il tuo avversario! Questo vuole dire che potresti vincere 7 game di fila senza concedere alcun set point al tuo avversario. Purtroppo nella mia carriera di giocatore un fatto simile mi è capitato nel doppio decisivo dei campionati Regionali di serie C a squadre, dove io ed il mio compagno ci trovavamo sopra 5-1 al terzo set e siamo riusciti a perdere 7-6 senza avere mai un match point ... quella sconfitta mi brucia ancora e ti può ben dare l’idea di come “non sia mai finita”! Capisci perché è stupido mollare mentalmente una partita se ci si trova sotto 3 o 4 a zero? Tutto può succedere semplicemente spostando la tua attenzione al singolo game e non all’andamento del set. Questa è la vera forza e bellezza del tennis ed è anche la caratteristica che lo rende uno sport duro e crudele. Ad ogni game si azzerano le probabilità a nostro favore o sfavore. Nell’esempio di prima del ping-pong dovrai fronteggiare 20 set points di fila a tuo sfavore! Ma nel tennis il numero massimo di set points consecutivi di fila che devi affrontare è solo 3, per cui le probabilità non sono poi così sfavorevoli e, passando il momento brutto,...tutto viene azzerato al game successivo!

Come si vincono i punti a tennis

In un mondo perfetto, tu ed io giocheremmo solo colpi forti che producono vincenti a ripetizione e che ci portano velocemente alla conquista del match.

Purtroppo nella vita reale i punti si conquistano anche in maniera meno spettacolare e,soprattutto nei momenti topici del match, la pressione nervosa rende molto più difficile giocare dei colpi vincenti.

In queste situazioni è consigliabile dare al tuo avversario l’opportunità di sbagliare e, se possibile, portarlo nella condizione di sbagliare più facilmente.

Per questo giocare secondo il punteggio vuole dire minimizzare gli errori non forzati e vincere i punti dosando sapientemente i 3 modi di conquista del punto:

1 - L’errore non forzato avversario: meno rischioso è il tuo gioco, più regolare sarai e più saranno le possibilità di errore gratuito del tuo avversario, questo si traduce in molti più punti “portati a casa”.

2- Il colpo vincente: è quello più gratificante, ma al tempo stesso quello più rischioso poiché spesso si traduce in un tuo errore gratuito, devi sapere quando rischiare e quando è preferibile essere più prudente

Doppio Click: cercare sempre il colpo risolutore può portare a molti errori non forzati sia in rete che fuori

3- Il colpo aggressivo: è il colpo “principe” dei giocatori forti, quello che permette di essere vincenti senza rischiare troppo, è quel tipo di colpo che “provoca” l’errore dell’avversario e che quindi è più merito tuo che demerito suo.

Doppio Click: giocare una traiettoria più alta sulla rete,piazzando la palla e spostando il giocatore, spesso porta alla vittoria del punto provocando l’errore dell’avversario

Dalla scelta ponderata del tipo di colpo, a seconda della situazione di gioco, dipende molto il rendimento del tuo gioco durante il match.

Tre esempi di gioco secondo il punteggio

Situazione 1: sei avanti 40-0 al servizio (o 0-40 in risposta) Sei in una buona situazione di punteggio del game e quindi puoi rischiare giocando un colpo con una buona percentuale di rischio, cerca però di usare oculatezza e fallo utilizzando le tue “armi forti” per avere più percentuale a tuo favore. Se il colpo riesce, la tua autostima aumenterà ed il gioco si concluderà velocemente facendoti spendere poche energie fisiche e nervose nella conquista del game.

Situazione 2: sei avanti 40-30 al servizio (o 30-40 in risposta) E’ una situazione di punteggio ad alta pressione perché vincere il punto vuole dire conquistare il game e perderlo vuole dire riportare in parità l’equilibrio psicologico. Mentre la pressione è ancora sul tuo avversario, cerca di giocare un tennis ad alta percentuale, per cui metti in campo il primo servizio o tieni in gioco la risposta senza rischi eccessivi. Utilizza i colpi aggressivi (non cercare colpi vincenti) per tenere il controllo dello scambio dando la possibilità al tuo avversario (che è sotto pressione,non dimenticarlo) di sbagliare. Cerca di giocare con i tuoi colpi forti verso le debolezze avversarie.

Situazione 3: sei sotto 5-0 al secondo set (hai vinto il primo) e devi servire Cosa fai ... “sciogli”? Ovviamente cercare la rimonta potrebbe essere dispendioso,in relazione soprattutto al probabile terzo set, ma ci sono due ragioni importanti per cercare a tutti i costi di mantenere il servizio. Primo, vincere un game dopo tanti giochi persi ti può ridare fiducia nella vittoria ed interrompere un circolo vizioso molto pericoloso. Secondo, se vai 5-1 e poi perdi 6-1, il primo turno di battuta del terzo set è tuo e hai la concreta possibilità di partire in vantaggio nel set decisivo. Non dimenticare,infatti, che iniziare per primo a servire nel set decisivo è molto importante poiché, se ciascuno mantiene il proprio turno di battuta, questo ti porterebbe servire nei “momenti caldi” della partita in condizioni di parità (3-3,4-4, 5-5) e metterebbe il tuo avversario nella scomoda condizione di servire per “salvare la partita” (4-5,5-6) ... una condizione molto stressante psicologicamente. Questi naturalmente non sono che pochi esempi su come giocare in maniera razionale seguendo il punteggio, ma come puoi notare ponderare la situazione presente ti può dare l’indubbio vantaggio di avere molte più opportunità di vincere i punti pesanti e quindi vincere molte più partite con meno sforzo.