Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
WTA TENNIS

WTA TOKYO - Mladenovic, crisi senza fine

-  Letture: 527
by Alessandro Mastroluca

Jana Fett non aveva mai affrontato una top 40 finora. La prima volta è già nella storia. Batte Kiki Mladenovic 6-4 6-3 e infligge alla francese la sesta sconfitta consecutiva. La numero 15 del mondo, che negli ultimi sei incontri non ha vinto nemmeno un set, si consegna con un doppio fallo sul punto che chiude il primo parziale.

Fett si carica nel secondo a suon di dritti vincenti, Mladenovic si illude con un parziale di tre game di fila, scanditi anche da uno spettacolare lob vincente. Ma non basta. Fett, che ottiene cinque break nelle sette occasioni in cui ha avuto chances di strappare il servizio all’avversaria, si regala la più bella vittoria della sua carriera.

Forte del suo best ranking, ora affronterà Cepelova, per la prima volta in carriera, per centrare il secondo quarto di finale in stagione dopo Hobart a inizio anno. Quarti che invece ha già raggiunto Aleksandra Krunic, che ha eliminato 6-3 6-4 Alison Riske salvando l’unica palla break concessa nel match e facendo la differenza con la rapidità negli spostamenti, con una maggiore lucidità nelle scelte offensive e nella copertura del campo.

Krunic affronterà Miyu Kato, che ha sorpreso Krystina Pliskova 7-5 6-3 e ottenuto l’ottava vittoria nelle ultime 10 partite contro avversarie mancine grazie al 64% di punti vinti in risposta contro la seconda.

Avanza ai quarti anche Elise Mertens, che supera 6-1 7-5 una Magda Linette incapace di rimanere sopra il 50% di resa con la prima. Sorprende le vittorie di Sara Sorribes Tormo, che completa la settima rimonta in stagione e supera 3-6 7-5 6-1 Stosur, al rientro dopo la frattura da stress alla mano destra sofferta nell’ottavo del Roland Garros contro Ostapenko, che pure era avanti di un break nel secondo set.

La spagnola riscatta così la sconfitta subita quest’anno a Madrid. Ancor di più stupisce il 6-3 6-0 di Kurumi Nara su Naomi Osaka. “Era un derby e sapevo quanto sia difficile affrontare Naomi” ha detto Nara, che aveva perso l’unico precedente a Birmingham l’anno scorso.

“Naomi è una giocatrice che colpisce forte, così invece di cercare di rispondere con la stessa potenza, ho provato a rallentare per entrare nello scambio e direi che ci sono riuscita”. Nara concede tre punti nei primi quattro game, poi Osaka accorcia fino al 4-3 ma la peggio classificata delle due giapponesi chiude il parziale con un ottimo dritto vincente “Non penso certo di aver giocato bene, non c’ero con la testa” ha ammesso Osaka, che ha chiuso il match con un errore di dritto.

“All’inizio pensavo che sarei scesa in campo e mi sarei divertita, invece ho sentito da subito un’enorme pressione e non sono riuscita a gestirla”. Nara, numero 108 del mondo, affronterà al secondo turno Qiang Wang che ha sconfitto all’esordio 7-5 6-2 la taiwanese Hsieh Su-wei.

↓ VISUALIZZA RISULTATI ↓
Powered by: World(129)