Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
WTA TENNIS

WTA ROMA - Muguruza doma V. Williams, Svitolina e Halep in semifinale

-  Letture: 2943
by Simone Brugnoli

L’aria del Foro Italico sembra giovare a Garbine Muguruza che approda in semifinale agli Internazioni BNL d’Italia per la seconda volta consecutiva, ricordando che nella passata edizione fu Madison Keys a scongiurare l’eventualità di un di un ultimo atto tutto da gustare al cospetto di Serena Williams.

Il caso ha voluto che oggi ad arrendersi con il punteggio di 6-2 3-6 6-2 fosse l’altra Williams, Venus, la quale si era aggiudicata tutti e tre i precedenti contro la sua avversaria odierna, l’ultimo dei quali a Wuhan due stagioni fa.

Per la giocatrice di origine Venezuelana si tratta di una vera e propria boccata d’ossigeno dopo una serie di risultati alquanto negativi, esemplificati dal fatto che domani disputerà appena la seconda semifinale del 2017 insieme a quella raggiunta a gennaio in quel di Brisbane.

La prima frazione è un autentico monologo da parte della vincitrice dello scorso Roland Garros, abile ad infilare numerosi winners da fondo campo e ad involarsi rapidamente sul 3-0 senza che la campionessa a stelle e strisce sia in grado di accennare la minima reazione.

Venus salva due occasioni per il 5-0 in favore della rivale, ma riesce soltanto a rimandare di qualche minuto l’inevitabile conclusione che avviene perentoria dopo nemmeno mezz’ora. Lo scenario cambia repentinamente nel secondo set complice l’ascesa di un Williams che aumenta il proprio rendimento e il calo vertiginoso occorso a Garbine, sempre più affaticata nel tenere i propri turni di battuta fino al disastro compiuto nel sesto game utile a dare il là al tentativo di rimonta della fuoriclasse statunitense.

Quando quest’ultima infila il break anche in avvio di terza partita l’impresa sembra diventare fattibile, se non fosse per il rendimento schizofrenico dell’iberica, perfettamente esemplificato da una striscia di quattro giochi consecutivi grazie ai quali costruisce le basi del successivo trionfo.

Il prossimo ostacolo risponde al nome un pochino inatteso di Elina Svitolina, ottava favorita del seeding, che è stata capace di spezzare finalmente il tabù Karolina Pliskova dopo cinque sconfitte in altrettanti precedenti disputati, oltre ad aver racimolato appena due set complessivi.

La giocatrice ucraina ha incamerato la partita per 6-2 7-6(9) in un’ora e trentacinque di battaglia, anche se la ceca può davvero mangiarsi le mani in considerazione del break di vantaggio nel secondo parziale e dei tre set point sciupati nel jeu decisif.

Davvero emozionante l’andamento del tiebreak costellato di vincenti ed emozioni, ma alla fine a prevalere è stata la continuità della 22enne di Odessa che ogni anno continua a mostrare evidenti segnali di miglioramento. Prosegue inesorabile la marcia di Simona Halep, fresca trionfatrice in quel di Madrid la scorsa settimana, la quale porta a nove il computo dei successi consecutivi spegnendo i sogni di gloria di Anett Kontaveit, comunque encomiabile anche quest’oggi e vera sorpresa del torneo capitolino.

La rumena si è imposta alla fine grazie allo score di 6-2 6-4 e ha confermato uno stato di forma a dir poco stellare, senza tuttavia mancare di sottolineare l’enorme determinazione della tennista estone capace di dare vita ad un incontro altamente spettacolare nella seconda frazione nonostante il cospicuo svantaggio accumulato in precedenza.

L’allieva di Darren Cahill accede così per la terza volta in carriera al penultimo atto nella splendida cornice del Foro Italico, e cercherà domani di spezzare contro Kiki Bertens il tabù che la vede sempre sconfitta a questo punto della manifestazione .

La portacolori olandese si è infatti sbarazzata di una coraggiosa Daria Gavrilova con un periodico 6-3 maturato in un’ora e mezza esatta di partita, nella quale a fare la differenza è stata la maggiore esperienza della numero 20 del mondo nei momenti cruciali.

Il parziale di apertura è stato deciso da un break messo a segno dalla testa di serie numero 15 nel sesto game, preludio ad un secondo set caratterizzato da numerosi rovesciamenti di fronte prima del decisivo allungo della 25enne di Wateringen sul 3-1, un vantaggio mantenuto agevolmente da quest’ultima fino all’epilogo.

Clicca in basso per visualizzare i risultati odierni del WTA di Roma

↓ VISUALIZZA RISULTATI ↓

Powered by: World(129)