Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
WTA TENNIS

WTA INDIAN WELLS - Kuznetsova non sfata il tabù, Elena Vesnina trionfa dopo tre ore di gioco!

-  Letture: 5089
by Luigi Gatto

Terzo titolo WTA a livello di singolare in carriera dopo Hobart ed Eastbourne 2013 per Elena Vesnina. La tennista russa mette la ciliegina ad una settimana perfetta e batte in finale la sua connazionale Svetlana Kuznetsova col punteggio di 6/7(6) 7/5 6/4 dopo un'estenuante lotta durata tre ore e cinque minuti.

I precedenti vedevano le due giocatrici appaiate sull'1-1: Vesnina aveva battuto Kuznetsova nel lontano 2009 a Dubai, quest'ultima si era presa la rivincita all'Estoril nel 2014. Una partita in cui la Kuznetsova ha da mangiarsi le mani, visto che era avanti 7-6 4-1 e poi nel terzo set 4-2 e servizio.

Nel primo set,e in generale nella partita, non è il servizio a farla da padrone come confermano i 16 break in totale, di cu quattro nei primi otto game dell'incontro. Vesnina attacca e prende più rischi della Kuznetsova, la quale cerca di passare dalla fase difensiva a quella offensiva quando ne ha la possibilità.

Avanti 5/4 la Vesnina ha un set point, ma non è lucida nel momento clou del parziale e sbaglia malamente di dritto. Kuznetsova riesce a tirarsi fuori dalle difficoltà, prende fiducia e nel tie-break va inizialmente avanti 4-2, approfittando di un altro errore di dritto della Vesnina, la quale comincia a sentire la tensione.

Quest'ultima recupererà il mini-break nel punto successivo grazie a un vincente di rovescio, salvo poi perdere nuovamente la battuta commettendo insolitamente un grave errore a rete con la volèe di dritto, lei che è la numero sei al mondo nella classifica di doppio.

Avanti 6-5, Kuznetsova commette un doppio fallo, ma riuscirà ad aggiudicarsi il tie-break per otto punti a sei decisamente con un po' di fortuna, visto che nell'ultimo punto la sua palla tocca il nastro e rimbalza dalla parte di campo della Vesnina, che non può nulla.

Le statistiche parlano chiaro: 25 vincenti e 18 errori gratuiti per Elena, 20-8 per Sveta, meno fallosa della sua avversaria. Nel secondo set ancora tantissima lotta quasi in ogni game: dopo un break per parte, Kuznetsova va avanti 4/1, ma quando tutto sembra presagire un suo rapido trionfo, la Vesnina torna prepotentemente nel match vincendo quattro game di fila e approfittando di una Kuznetsova stanca a livello fisico dopo un primo set sfiancante durato 73 minuti, e soprattutto nel caldo afoso dell'oasi californiana.

Chiamata a servire per il set sul 5/4, Vesnina perde la battuta ai vantaggi, e qui sono tanti i meriti della Kuznetsova che mette a segno due vincenti negli ultimi due punti del game. Ma c'è ancora un capovolgimento di fronte: sul 5/5 Vesnina tiene soffrendo la battuta e nel game successivo strappa il servizio alla Kuznetsova, la quale incappa in un evidente passaggio a vuoto commettendo prima un doppio fallo e poi un errore di rovescio.

Dopo due ore e un quarto di partita, è terzo set. Nel parziale decisivo Kuznetsova non sembra subire il contraccolpo psicologico e va avanti 4/2. Ancora una volta perde il break di vantaggio e sul 4-4 arriva la beffa: Vesnina trasforma la quinta palla break a disposizione con un grande dritto vincente che le permette di andare a servire per il match.

Qui la nativa di Leopoli non trema e si aggiudica il titolo più importante della sua carriera. Per la Kuznetsova Indian Wells si conferma un tabù: aveva perso entrambe le finali giocate nel 2007 e 2008 contro Hantuchova e Ivanovic in un torneo letteralmente stregato per lei ma da cui trae sicuramente qualcosa di positivo soprattutto visto che a febbraio aveva dato forfait a Doha e Dubai per problemi al braccio.

Questo risultato le permette di salire alla posizione numero sette in classifica, in una parte d'anno dove ha sempre fatto bene: l'anno scorso raggiunse la finale a Miami perdendo da Victoria Azarenka, un altro stimolo in più dopo questa dura sconfitta.

Per quanto riguarda la Vesnina, torneo da incorniciare in cui ha battuto tre campionesse Slam: la stessa Kuznetsova, ma anche Kerber e Venus Williams. E pensare che l'anno scorso proprio ad Indian Wells perse al primo turno delle qualificazioni da numero 110 al mondo.

Da domani si ritroverà 13esima nella classifica WTA, migliorando a 30 anni il suo best ranking, e addirittura sesta nella Race. Il tennis è meravigliosamente uno strano sport. .

RANK #15
Elena
VESNINA
Powered by: World(129)