Tennis World Italia
Tennis World
RIVISTA TENNIS WORLD
  NEWS  

BETTING - Pronostici 27 Settembre. Paire in cerca di se stesso

Andrea Ignazzi - 26-09-2016 - Letture: 223

Consueto martedì ricco di match. Porremo particolare attenzione al torneo di Chengdu senza dimenticare i challenger


ATP Chengdu

Sarà Stepanek ad aprire il programma sul campo centrale, ed affronterà il Taipei Lu. I precedenti sono poco rilevanti in quanto molto datati. Si preannuncia una sfida equilibrata come anche le quote rivelano, del resto. Stepanek malgrado l'età avanzata offre spunti interessanti e buone prestazioni, è ben rodato, essendosi qualificato. Lu dal canto suo rispecchia al meglio le doti tecnico/atletiche del classico giocatore asiatico. Dura sbilanciarsi qui.

Qualcosina in più potremmo dire su Del Bonis, che in contemporanea a Stepanek scenderà sul campo n°1. Qui i precedenti sono 4-1 Pro Argentina, unico su cemento all'aperto vinto da Federico in due set. Entrambi trovano "on clay" la superficie ideale, il serbo rispetto a Del Bonis si sa adattare meglio su superfici veloci, almeno in teoria, in quanto dotato di maggior agilità e duttilità. Tuttavia Del Bonis quest'anno ha giocato per assurdo una delle sue stagioni migliori su cemento, bene nello slam australiano, ancora meglio ad Indian Wells. In apparenza Del Bonis non sembra in uno stato ottimale, viste le tante sconfitte recenti, ma ad onor del vero ha spesso giocato con gente o con attitudini maggiori alla superficie rispetto a lui o semplicemente più forte. Con Lajovic le cose potrebbero cambiare, essendo il serbo giocatore che ama scambiare e costruirsi il punto, proprio come Del Bonis che può utilizzare la chele mancina a dar fastidio alle geometrie del serbo. Lajovic non ha un gioco sfolgorante, ma è solido, tuttavia personalmente preferisco Del Bonis che è più potente del serbo e questo potrebbe fare la differenza in un match da fondo, senza dimenticare i precedenti in suo favore. Del Bonis gira intorno all'1,90 in leggera discesa rispetto alle quote d'apertura.

Chiudiamo con Chengdu, anche se questo torneo offre tantissimi match molto interessanti, ma mi voglio concentrare sul match del cipriota Baghdatis. Cominciamo come di consueto dai precedenti. 1-0 Carreno Busta, precedente recente di inizio anno al torneo d'esibizione di Kooyong, precedente secco, senza repliche. Do sempre la giusta importanza ai precedenti che possono in alcuni casi, soprattutto con stili di gioco diversi, essere molto indicativi. In questo caso, il modo di giocare effettivamente è diverso, ma sono convinto, a torto o ragione lo scopriremo, che Marcos abbia le carte in regola per vendicare la sconfitta di inzio anno. Il cipriota quest'anno ha toccato vette di gioco altissime, che si potevano quasi equiparare al miglior Baghdatis. Carreno è un giocatore votato alle superfici lente, ma su cemento, disponendo di un gioco molto ficcante e potente, rende la vita difficile a molti, ottimo servizio e ottimi colpi di sbarramento. Baghdatis ha un gioco più variegato, si appoggia benissimo alla palla dell'avversario, ed è in grado sempre di inventarsi la giocata. Dove voglio arrivare ? A mio avviso il cipriota ha un bagaglio tecnico maggiore, che su cemento si sposa meglio rispetto a quello dello spagnolo, ma soprattutto credo che Pablo non abbia la necessaria potenza per sfondare nel lungo periodo le resistenze di Marcos. A 1,95 darei una chance al cipriota.

ATP Shenzhen

Nell'altro torneo, in partenza non vedo nulla di veramente interessante, si potrebbe parlare di Harrison, ma alla fine arriverei ad un nulla di fatto, Garcia Lopez non offre le giuste garanzie al momento. Jaziri giusto favorito contro Robert, ma chissà se si sarà già adattato alle nuove condizioni e se si farà trovare mentalmente pronto, alla fine il francese è un cagnaccio da fondo, e il back del tunisino potrebbe non fare male, ma al momento è in uno stato di forma fisico/mentale assolutamente favorevole. Volevo solo segnalare le dichiarazioni di Paire, che lasciano il tempo che trovano,vero, perché non possono dare un vera strada da seguire, ma che redarguiscono e mettono in allarme. Basilashvili è un georgiano adatto alle superfici veloci, inferiore al francese, ma che in condizioni di disagio di Benoit potrebbe bastare a raccogliere la vittoria. 

Challenger Tiburon

Da segnalare il ritorno dopo 7 mesi d'assenza di Yuki Bhambri, rimasto ai box per un problema al gomito. Ha dovuto saltare anche i match di davis di qualche settima fa. Rimane un'incognita la sua condizione, ma vederlo sfavorito contro Darian King fa venire l'acquolina. Mi sembra corretto prima verificare il suo stato di forma, lui che di certo non è un cuor di leone nel campo, potrebbe anche non forzare all'esordio.

Un match che non mi dispiace è quello di Kozlov, uno dei migliori prospetti del tennis americano dotato di un grandissimo talento. Tecnicamente il suo miglior fondamentale è il dritto, colpo con cui si sente maggiormente sicuro ed è il colpo più performante con il quale cerca di fare gioco, mentre il rovescio è bimane ed è un colpo di rimessa, difficile vederlo spingere e fare punti con il rovescio. Il servizio non è un colpo con cui si procura molti punti, ma anche in questo fondamentale è migliorato molto anche grazie ad una crescita della struttura fisica. Clezar gioca principalmente su terra, è un giocatore che può avere buchi di concentrazione durante i match, ma è un tennista propositivo e su cemento ultimamente si sta cimentando con discreti risultati. Non credo sia all'altezza di Kozlov, che nel complesso è più concreto e talentuoso, partita nelle corde dell'americano che ha un primo turno a mio avviso più agevole di quanto dicano le quote. Kozlov lo si può trovare a 1,8


Tennis World
SCOPRI SUBITO LA RIVISTA
DI TENNIS WORLD !
X
Powered by: World(89)