Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
RIVISTA TENNIS WORLD

Tennis Svizzero

-  Letture: 2671
by Federico Coppini

Un miracolo degli anni ´90

Provate a fermare per strada qualsiasi persona che sia minimamente appassionata di sport e chiedetele di nominare una disciplina che meglio rappresenti la Svizzera. Probabilmente il 90% degli intervistati risponderà dicendo “sci”.

Eppure da qualche anno a questa parte c'è uno sport che ha rubato il cuore degli elvetici: il tennis. In una piccola terra circondata da montagne, che ha dato i natali a gente del calibro di Pirmin Zurbriggen, Maria Walliser, Vreni Schneider e Michael Von Grunigen nello sci alpino o a Dario Cologna in quello nordico, solo per citarne alcuni, c'è quello che in molti hanno già celebrato come il tennista più forte di tutti i tempi: Roger Federer da Basilea, il re dei 17 slam e degli 80 titoli vinti (al momento in cui scriviamo, ndr), il tennista che ad ogni partita incanta le platee con la sua classe regale e con giocate di un tennis che non c'è più.

Quel Roger Federer che in tanti vorrebbero non smettesse mai di giocare e che è simbolo di un paese dove il senso civile e la cultura sportiva sono di gran lunga superiori a quello in cui viviamo. Ma la Svizzera tennistica è un fenomeno che meriterebbe di essere studiato a lungo e più a fondo. Federer, il suo “allievo” Wawrinka e i loro compagni meno conosciuti hanno appena conquistato la seconda finale di Coppa Davis della storia della Svizzera battendo in semifinale l'Italia, e a novembre andranno a caccia di uno dei pochi trofei che ancora manca nella bacheca di Federer Il Grande.

 

Continua a leggere

Powered by: World(129)