Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
LETTURE TENNIS

'1976, Storia di un Trionfo'

-  Letture: 17857
by Redazione

L'incredibile storia di una delle vittorie più importanti dello sport italiano raccontata da Lucio Biancatelli e Alessandro Nizegorodcew

18 dicembre 1976, Santiago del Cile. Adriano Panatta e Paolo Bertolucci conquistano il doppio contro Fillol e Cornejo portando a casa la prima (e unica) Coppa Davis della storia azzurra. A 40 anni dall'evento, indelebile nella mente di chi in quei giorni si trovava all'Estadio Nacional della capitale cilena, Ultra Sport ha pubblicato "1976, Storia di un Trionfo" di Lucio Biancatelli e Alessandro Nizegorodcew.

Nel libro viene raccontata l'incredibile storia di una delle vittorie più importanti dello sport italiano attraverso le testimonianze di chi ha vissuto in prima persona la sfida. Dai giocatori italiani come Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci e Tonino Zugarelli, sino al capitano non giocatore Nicola Pientrageli, ai cronisti presenti a Santiago come Giobbe, Sbardella, Tommasi, Clerici e tanti altri, senza dimenticare gli avversari cileni, i tour operator dell'epoca, operatori radio/tv. Nel capitolo finale gli eroi di Santiago vengono invece raccontati dai giocatori che hanno avuto la fortuna di viverli come capitani. Tra loro Renzo Furlan, Giorgio Galimberti, Gianni Ocleppo, Claudio Panatta, Claudio Pistolesi e Diego Nargiso.

Un'opera di ricerca, realizzata con passione e accuratezza da Biancatelli e Nizegorodcew, che viene arricchita dalla presentazione di Giovanni Malagò, presidente del Coni, dalla prefazione di Vincenzo Martucci e dalla post fazione di Giorgio Di Palermo, facente parte del Board Atp. 

 

“Loro, i quattro moschettieri della Davis, rimarranno per sempre dei miti per tutti gli amanti del tennis”

Giovanni Malagò

 

“Persino Domenico Modugno si impegnò con il fronte del “NO” coniando uno stornello ad hoc, e inventando uno slogan che è la sintesi perfetta di quegli anni: Non si giocano volée con il boia Pinochet”

Gianni Clerici

 

“Fu una bellissima pagina di sport, ma una pessima figura per il nostro Paese. Partimmo per Santiago di nascosto scortati dai carabinieri”

Nicola Pietrangeli

 

“Quella Coppa Davis la dedicammo a Mario Belardinelli. Ci ha insegnato un pò tutto, a stare in campo e non solo, ci ha seguiti da ragazzi fino a che eravamo professionisti avviati”

Adriano Panatta

 

“Noi abbiamo vissuto uno sport individuale per eccellenza con la consapevolezza di essere una squadra. E fu quella la nostra forza”

Paolo Bertolucci

 

"1976, Storia di un trionfo" (ed. Ultra Sport, 16 euro) è disponibile in libreria e online.

 

Powered by: World(129)