Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
INTERVISTE TENNIS

Roger Federer: 'Il ritiro? Non ci penso, ma se non batto i top players...'

-  Letture: 9778
by Luigi Gatto

Roger Federer non pensa al momento al ritiro, ma la durata del finale di carriera del tennista svizzero dipenderà molto dalla sua competitività coi migliori. E' lo stesso Federer a dirlo in un'intervista con Credit Suisse: "Mi piace fare ciò che sto facendo, e so che non durerà per sempre.

In un determinato momento ovviamente mi ritirerò e dunque non tornerò ad essere un tennista professionista, quindi voglio divertirmi al massimo finchè posso. Il mio obiettivo continua ad essere quello di battere i migliori (giocatori) e di vincere i tornei più importanti, e se non potrò fare questo, allora sarà il momento di vedere se continuare o meno.

Ma sono vicino ai top players e voglio continuare senza dubbio a giocare." La sua carriera da tennista professionista è iniziata nel 1998, quali sono i segreti della sua longevità? "Il mio stile di gioco è uno dei principali motivi.

Gioco con una grande intensità e spendo energia, ma probabilmente non come alcuni giocatori. Sono più sciolto a livello mentale e fisico. Appartengo anche a una generazione che ha cominciato a curarsi all'inizio della carriera.

Mi alleno non solo per essere più forte e per giocare meglio, ma anche per evitare infortuni. Quando sono entrato nel circuito professionistico alla fine degli anni '90, avere un massaggiatore, un fisioterapista e un preparatore atletico era qualcosa di nuovo.

Oggi i team dei migliori giocatori sono composti da tante persone." Come per molte leggende, anche Federer impara "più dalle sconfitte che dalle vittorie. Quando perdi, pensi sempre a cosa avresti potuto fare diversamente, e in qualche modo questo è un aspetto positivo." Il suo modo di pensare a livello tattico nel corso degli anni è "cambiato col tempo.

Nei miei primi anni mi sono concentrato più su quello che dovevo fare e non su quello che gli avversari potevano fare. Poi ad un certo punto mi sono focalizzato più su quest'ultimo aspetto, e ora direi che bado a entrambe le cose." Federer che è tornato a competere dopo sei mesi all'Hopman Cup, dove non giocava dal 2002.

Il direttore dell'evento Paul Kilderry, intervistato da The West Australia, si è mostrato aperto a trattare con Federer anche per la prossima edizione: "Avere Roger qui ha richiesto un grande impegno, ma ne è valsa la pena.

Il suo comportamento e il modo in cui ha giocato è stato fantastico e non sorprende il fatto che sia così grande. Vorrei riaverlo di nuovo senza alcun dubbio. Su questo non ancora abbiamo discusso, servirà tempo." La Hopman Cup che si terrà alla Perth Arena almeno fino al 2022: "Ciò dimostra la fiducia che hanno in noi.

È un evento unico, i giocatori amano venire qui e spero che questo momento positivo possa continuare." .

RANK #3
Roger
FEDERER
Powered by: World(129)