Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
EDITORIALE

L´Atp saluta Roger Federer sino al 2017: le conseguenze, l´uscita dalla top 10 e le strisce spezzate

-  Letture: 6176
by Valerio Carriero

Centre Court di Wimbledon, semifinale uomini. Roger Federer spreca nel quarto set contro Raonic e viene trascinato al quinto. L’undicesima finale ai Championships si allontana sempre più e svanisce, con qualche gioco d’anticipo, sul 2-1 40-40: lo svizzero perde gli appoggi nei pressi della rete, il malandato ginocchio già operato a inizio stagione, sbatte violentemente contro il prato di Church Road.

Federer resta per undici interminabili secondi con il capo nascosto tra quei ciuffi d’erba sui quali per 7 volte si è inginocchiato per festeggiare il trionfo. Il fisioterapista, il ritorno in campo con il morale sotto le suole delle scarpe per un’altra, l’ennesima occasione sfumata per rimpinguare un bottino dei Major già di per sé da record.

Un’altra, l’ennesima occasione… ma anche l’ultima? Federer ha appena annunciato di rinunciare al prosieguo del 2016, saltando quella che molto probabilmente sarà la sua ultima Olimpiade (dicendo addio all’oro in singolare).

Ma c’è di più: Roger scalerà 3800 punti, scivolando a quota 2145 che nella classifica attuale significherebbe la sedicesima posizione nel ranking. Lo svizzero, pertanto, per la prima volta dal 7 ottobre del 2002 sarà come minimo fuori dalla top 10 mondiale. Un segnale di un’era che volge al termine, dell’inesorabile passare del tempo che vale anche per chi come Federer ha fatto della continuità e della presenza nei più importanti eventi del Tour il suo marchio di fabbrica.

Certo, già il forfait al Roland Garros aveva lanciato qualche ombra: la mancata partecipazione allo Slam parigino ha fermato a quota 65 il pallottoliere che contava i cartellini timbrati consecutivamente a livello Major.

Ma adesso, a fermarsi è anche la striscia agli Us Open – a quota 16 – ma soprattutto quella delle Atp Finals, a 14 apparizioni di fila, record assoluto. “Tornerò forte e in salute”, a quasi 35 anni e fuori dalla top 10 dopo quattordici anni.

Più che una promessa ai suoi fan, è una scommessa.
.

RANK #3
Roger
FEDERER
Powered by: World(129)