Tennis World Italia
Tennis World
RIVISTA TENNIS WORLD
  NEWS  

Le peggiori 15 beffe della carriera di Roger Federer

Giuseppe Di Bonito - 09-07-2016 - Letture: 6023

Un countdown dell´orrore per tutti gli appassionati di tennis


Dopo la sconfitta inflitta per mano di Raonic a Wimbledon la redazione di TWI pubblica una top...Anzi una FLOP 15 con tutte le più grandi beffe subite in carriera dal Maestro svizzero. Se siete dei tifosi di Roger, preparate i fazzoletti per asciugare le lacrime!

15)Partiamo proprio da Wimbledon, anno 2013, probabilmente l'anno peggiore della carriera dello svizzero: complici i problemi alla schiena lo svizzero si presenta non al 100% a Londra dove nel secondo turno affronta Sergiy Stakhovsky. I giocatori hanno ovviamente caratura completamente differente, ma il risultato conferma il pessimo momento di Federer. L'ucraino vince 6-7 7-6 7-5 7-6.


14) Siamo nel 2011, Wimbledon. Federer si presenta come numero 3 del seeding, deciso a conquistare il suo settimo trofeo all' All England Club. Nei quarti di finale affronta Jo-Wilfred Tsonga, che lo svizzero aveva già battuto 4 volte su 5 nei precedenti. Tutto fila liscio fino a metà del terzo set, poi Tsonga in uno scatto d'orgoglio scippa il set allo svizzero e sull'onda del entusiasmo chiude una rimonta spaventosa. Punteggio finale : 3-6 6-7 6-4 6-4 6-4 per il francese.


13) Balzo temporale di 3 anni, siamo agli Us Open del 2014. L'occasione è ghiotta per lo svizzero che non vince a Flushing Meadows dal 2008, dall'altra parte della rete Marin Cilic, con Djokovic, Murray e Nadal fuori dai giochi. Precedenti tutti a favore del Re, il croato dal canto suo ha già disputato un torneo al di fuori delle aspettative...Tutti si aspettano una mattanza, ma il campo mostra tutt'altro. E' un Cilic ingiocabile quello che affronta Federer, il croato chiuderà con un secco 6-3 6-4 6-4 e vincerà il suo primo e, finora, unico Slam battendo in finale Nishikori. Tuttora, quella semifinale rimane l'unico successo di Cilic su Roger Federer.


12)Anno 2003, Master 1000 di Roma. Un Federer 27enne affronta in finale uno specialista della terra come Felix Mantilla. In quel momento lo svizzero è numero 5 al mondo e lotta per conquistare la leadership ATP. Tra lo stupore generale perderà quella finale senza strappare neppure un set al suo avversario, Mantilla vincerà col punteggio di 7-5 6-2 7-6, quando ancora le finali Master si giocavano al meglio dei 5 set. Sarà l'ultimo titolo in carriera per Mantilla. Considerato che ancora oggi il torneo di Roma è una delle poche lacune nel palmarès dello svizzero, la sconfitta prende sempre più il sapore della beffa!


11)Siamo a Shanghai, anno 2005, si gioca il Master di fine anno. Dopo averlo già battuto nel round robin, Federer affronta in finale l'argentino David Nalbandian. In quell'anno lo svizzero è il dominatore del circuito: ben 11 titoli in tutta la stagione, leader incontrastato della classifica mondiale, insomma tutto fa presupporre una finale che coroni una stagione d'oro. Invece si consuma il dramma sportivo di Federer che, avanti di due set, si fa rimontare e cede al suo avversario il tiebreak decisivo nel quinto set, pesantemente condizionato da un problema alla caviglia. Nalbandian trionfa al Master di fine anno col punteggio di 6-7 6-7 6-2 6-1 7-6.


10)Anno 2003, siamo a Melbourne ma non per gli Australian Open: si gioca la semifinale di Coppa Davis tra Australia e Svizzera,  con in campo i migliori giocatori di entrambe le formazioni: Federer e Lleyton Hewitt. Lo svizzero, nonostante la pressione di aver perso gli ultimi due precedenti col suo avversario, è avanti di due set ed arriva a giocarsi un tiebreak decisivo nel terzo set. La sconfitta nel tiebreak, fa scattare immediata la reazione del guerriero aussie che vincerà al quinto set col punteggio di 5-7 2-6 7-6 7-5 6-1. Dovranno passare più di 10 anni prima che Roger possa alzare la Coppa Davis.

 

9)Anno 2006, siamo di nuovo a Roma. Un Federer dominatore del circuito, nella sua miglior stagione con ben 12 titoli vinti, approda in finale dove incontra un giovane Rafa Nadal già numero due ATP. Sulla terra rossa italiana per cinque set i due fanno partita pari, il match si risolve nel tiebreak del quinto set dove è il maiorchino a trionfare, punteggio finale : 6-7 7-6 6-4 2-6 7-6. Lo svizzero non sarà mai più così vicino a vincere il titolo del Master italiano.


8)Melbourne, 2005, semifinale degli Australian Open. Un Federer numero 1 del mondo affronta Marat Safin: fino a quel momento solo una vittoria per il russo nei sette precedenti. Nei precedenti match Federer non aveva concesso un solo set agli avversari, ma quella che và in scena è una delle partite piiù avvincenti mai viste in Australia. Safin la chiuderà al quinto set col punteggio di 5-7 6-4 5-7 7-6 9-7, il russo vincerà quel torneo che rimarrà il suo ultimo successo a livello pro.


7)Olimpiadi 2008, Pechino. E' un Federer lanciato nella conquista della medaglia iridata quello che affronta James Blake nei quarti di finale. I precedenti vedono sempre vincente lo svizzero che non aveva mai concesso al suo avversario un set, ma la beffa pare essere sempre dietro l'angolo: sotto gli occhi stupiti del pubblico Federer si arrende al suo avversario col punteggio di 6-4 7-6, e quella rimase l'unica vittoria per l'americano. Alla fine del torneo olimpico, vinto da Nadal, Roger perse la leadership della classifica mondiale ATP proprio a favore del maiorchino.

 

6)Anno 2014, siamo al torneo soprannominato Casa Nadal, ovvero il Master 1000 di Monte Carlo. Nonostante il nome, il padrone di casa non è in finale, sconfitto ai quarti da Ferrer. Sul campo centrale di Monte Carlo una finale tutta svizzera: Roger Federer affronta Stan Wawrinka. 14 i precedenti tra i due connazionali, solo una vittoria per Stan, insomma un'occasione da non perdere per Roger che nel principato non è mai riuscito a vincere. Il Re si porta avanti di un set, nel tiebreak del secondo si vede un tennis d' altissimo livello, ma a spuntarla sarà Stan "The Man". Wawrinka porta a casa il titolo vincendo col punteggio di 4-6 7-6 6-2, confermando la superiore posizione in classifica mondiale rispetto all'amico e collega Roger (infatti in quel momento Stan era numero 3 e Roger numero 4 ).

5)Anno 2009, Us Open, Federer si presenta all'ultimo Slam di stagione con 4 titoli vinti nel 2009. In finale affronta Juan Martin Del Potro, fino a quel momento i sei precedenti sono tutti a favore dello svizzero. La chiave di volta del match è tutta nel tiebreak del quarto set, lo svizzero sembra in controllo della partita, avanti di un set, ma qualcosa và storto, con 7 punti a 4 l'argentino porta a casa il quarto set. Nel quinto set non c'è storia, Del Potro vince il suo primo torneo dello Slam per 3-6 7-6 4-6 7-6 6-2.


4)Stesso torneo, lo Us Open, ma anno differente, siamo nel 2010. Il cammino di Federer perfetto sino alla semifinale, neanche un set perso, ad attenderlo il numero 3 ATP Novak Djokovic. La partita scivola via in maniera equilibrata e si porta al quinto set. Sul servizio del serbo, sotto 4-5, lo svizzero si porta sul 15-40 con due occasioni per chiudere il match. Nole, dalle nove vite, annulla i match point e nel turno seguente strappa il servizio a Roger. Punteggio finale, Djokovic vince 5-7 6-1 5-7 6-2 7-5.


3)Semifinale 2016, Wimbledon. Può essere l'anno giusto per ritornare a vincere uno Slam, Djokovic fatto fuori da Querrey, dopo la vittoria presa per i capelli contro Cilic, Federer affronta Milos Raonic. Il canadese è sicuramente nella stagione dell'affermazione ad altissimi livelli ed ha i mezzi e l'età giusta per fermare il Re, ma il match dice altro: Federer perde il primo set, ma si porta in vantaggio vincendo secondo e terzo, nel quarto set lo svizzero sembra in pieno controllo. Sul 5-6 40-0, con il tiebreak sempre più vicino, accade il dramma: un errore non forzato e due doppi falli portano il game ai vantaggi, Raonic strappa il servizio ed il set allo svizzero e, con lo stupore negli occhi, porta il match ad un insperato quinto set. La stanchezza mentale e fisica piomba tutta insieme sullo svizzero che non ha più la forza di lottare, Raonic vince 6-3 6-7 4-6 7-5 6-3. LINK VIDEO


2)Un Federer in forma smagliante quello che si presenta a Melbourne per gli Australian Open nel 2009. Lo svizzero sembra intenzionato a riprendersi la leadership mondiale consegnata da pochi mesi a Nadal. Un Federer senza sbavature, con addirittura una partita vinta in rimonta al quinto set su Berdych agli ottavi, arriva in finale da favorito dopo aver distrutto Del Potro. Dall'altra parte della rete un Nadal spompato da una maratona finita al quinto set contro Verdasco in semifinale: insomma tutti i presupposti per la più dolce delle vendette. Quella che và in scena è l'ennesima maratona: Federer sotto 2 set ad 1 riesce a portare la partita al quinto set, ma il maiorchino nonostante le fatiche dei giorni precedenti riesce a trionfare. Nadal trionfa 7-5 3-6 7-6 3-6 6-2, lasciando il Re in lacrime.


1) Eccola qui, la peggiore delle beffe, quella che proprio tutti i federeriani non possono sopportare: stiamo parlando della semifinale degli Us Open del 2011. E' un Federer che arriva fresco in semifinale, affronterà Djokovic che già l'anno prima l'aveva fatto penare. Il match si mette sui binari giusti: Roger è avanti due set, il ritorno del serbo allunga il match sino al quinto set. Lo svizzero riesce a portarsi sul 5-3 40-15 e due match point a disposizione, ma a questo punto succede l'imprevedibile. Ogni appassionato di tennis porta stampata negli occhi la risposta vincente con cui il serbo salvò il primo match point. Una partita praticamente chiusa, riaperta da un colpo che sembrava essere destinato al corridoio, il resto è storia...Nole vinse quel match 6-7 4-6 6-3 6-2 7-5!


Tennis World
SCOPRI SUBITO LA RIVISTA
DI TENNIS WORLD !
X
Powered by: World(89)