Iscriviti a Tennis World Champions e hai subito 30 golds in regalo! Puoi vincere PS4, Wii e tanti altri premi!
X
RIVISTA TENNIS WORLD

Numero 18 - 2014

Destinato ad essere un campione

    NUMERO 18
Tennis World
Rimani connesso

WTA STOCCARDA - Sharapova sovverte i pronostici: è lei la regina di Stoccarda!

Masha domina Vika. All´interno le dichiarazioni delle protagoniste
Wta Tennis   29 Apr 2012 - 12:01 / di Giovanni Sabaini / letto 3405 volte.
Fonte:
Wta Tennis

Bruciano ancora le ultime due sconfitte patite da Maria Sharapova per mano di Victoria Azarenka sui cementi roventi di Australian Open e Indian Wells. E' proprio grazie agli ultimi due match vinti da Vika che i precedenti tra le due, prima della finale di quest'oggi, recitavano 5-3 in favore della Bielorussa. Ma oggi è stata tutta un'altra musica. La Sharapova centrata, aggressiva e fisicamente straripante che abbiamo ammirato per tutta la settimana non è mancata all'appello decisivo e, per quanto il torneo di Staccarda conti meno di Australian Open e Indian Wells, questa vittoria ridà un'insperata fiducia alla russa e l'aiuta ad avvicinare in classifica la sua diretta avversaria per la lotta al trono.

Il primo set vede letteralmente dominare la numero 2 del mondo. E' infatti Maria Sharapova a servire in maniera eccellente per tutta la durata del set e a trovare fin da subito le giuste contromisure nei game di riposta. Con Vika distratta da un paio di chiamate dubbie, Masha non tentenna e aggredisce costantemente l'avversaria. Risultato: un ineccepibile 6-1.

Nel secondo set il copione sembra essere lo stesso. Le difficoltà arrivano fin da subito per Vika che è costretta ad annullare una palla break (con un ace!) nel gioco inaugurale. Strada facendo la bielorussa sembra prendere fiducia nel suo gioco e un leggero calo di Masha sembra poterle consentire di rientrare in partita. E' nel secondo gioco, infatti, che Masha concede qualcosa al servizio, ma non basta per consentire alla Azarenka un definitivo rientro nel match. I servizi continuano a farla da padrona fino al fatidico settimo gioco: sul 3-3, infatti, Sharapova trova lo spunto che la avvicina in maniera inesorabile al titolo. Un turno di servizio dominato e tenuto a zero mette in evidenza la mancanza di reattività odierna da parte della Azarenka che, forse, subisce un po' l'evidente problema che le affligge il polso destro. Il game successivo è quello che chiude la contesa in favore di Masha che chiude con il suo eccellente servizio sul 6-1 6-4.

Venticinquesimo titolo in carriera dunque per Maria Sharapova che batte per la prima volta in stagione la numero uno del mondo, ma che più di qualsiasi altra considerazione, dà la sensazione di essere incredibilmente in fiducia. Biglietto da visita importantissimo in vista del Roland Garros quello che ha presentato oggi la russa che una dopo l'altra ha messo in fila le sue più dirette avversarie.

Queste le prime parole di Victoria Azarenka al termine della finale: "Lei ha giocato molto bene e quindi merita tutti i miei complimenti. Io invece credo di non aver disputato la partita che avrei voluto. Ho avuto dei fastidi al polso che mi hanno creato problemi durante tutta la settimana. Non è la fine del mondo, tra una settimana ci sarà un altro torneo e sarà ancora più importante e grande di questo. Sono dispiaciuta in questo momento ma domani mi sveglierò pensando positivo sapendo di aver giocato per tutta la settimana ad un ottimo livello.

RISULTATO

(2) Maria Sharapova b. (1) Victoria Azarenka 61 64




Potrebbe interessarti anche...
La Wta sta considerando la nascita di un Team Event
La Wta sta considerando la nascita di un Team Event
US OPEN - Roberta Vinci non stecca
US OPEN - Roberta Vinci non stecca
WTA NEW HAVEN - Petra Kvitova fa 13: in finale Rybarikova ko in due set
WTA NEW HAVEN - Petra Kvitova fa 13: in finale Rybarikova ko in due set
WTA NEW HAVEN - Si ferma in semifinale la cavalcata di Camila Giorgi
WTA NEW HAVEN - Si ferma in semifinale la cavalcata di Camila Giorgi

Come giocare dalla linea di fondo campo

Quando si dice "tenere lo scambio" ci si riferisce a quei momenti in cui nessuno dei giocatori è in vantaggio ed occorre giocare in maniera interlocutoria in attesa di una buona possibilità.

In questa articolo Francesco Tripodi ti offre molti spunti su come gestire questa situazione frequente nel match

Leggi l'articolo